Insegnante, 28, affrontare un processo per "aver fatto sesso con una studentessa di 15 anni"

UN INSEGNANTE dovrà affrontare un processo dopo essere stata accusata di aver fatto sesso con uno studente di 15 anni.

Rebecca Joynes, 28, è stato accusato di due conteggi di attività sessuale con un bambino.

L'insegnante Rebecca Joynes è apparsa oggi sul banco degli imputati accusata di due conteggi di attività sessuale con un bambino

L'insegnante Rebecca Joynes è apparsa oggi sul banco degli imputati accusata di due conteggi di attività sessuale con un bambinoCredito: Steve Allen

È apparsa per la prima volta oggi al Manchester Crown Court.

Il difensore, che indossava una giacca beige, top bianco e pantaloni neri per l'udito, ha parlato solo per confermare il suo nome e presentare dichiarazioni di non colpevolezza per entrambe le accuse.

Le accuse riguardano un ragazzo che non può essere nominato per motivi legali.

Entrambi risalgono a ottobre 2021.

Si presume che Joynes abbia "toccato intenzionalmente" il ragazzo "non credendo ragionevolmente che lo fosse 16 o oltre”.

Un giudice ha sentito che l'imputata era stata inizialmente sospesa dal suo ruolo quando le affermazioni sono venute alla luce.

Ora non è più impiegata dall'autorità educativa interessata.

I funzionari della scuola si sono seduti e hanno guardato i lavori dalla tribuna pubblica.

Joynes, di Salford, le è stata concessa la libertà su cauzione a condizione che non contatti alcun testimone dell'accusa e non abbia contatti senza supervisione con nessuno 18.

La data del suo processo, dovrebbe durare quattro giorni, era fissato per maggio.

Il giudice Rachel Smith ha avvertito Joynes che le sarebbe stato richiesto di partecipare anche a due ulteriori udienze nel caso in ottobre.

Si è dichiarata non colpevole e dovrà affrontare un processo

Si è dichiarata non colpevole e dovrà affrontare un processoCredito: Steve Allen

Chubais ha contribuito alle riforme economiche seguite al crollo dell'Unione Sovietica, ma è rimasto nel governo di Putin e ha mantenuto stretti legami con i funzionari occidentali